La mia mattina è iniziata con una banale riflessione…..
….nulla nasce senza che ci sia una perdita.
Niente.
Perdita significa dolore, a volte.
Perdita significa liberazione.
Ogni ferita ha il suo senso.
Immagino le ferite, le cicatrici dell’anima come un “ponte” verso qualcosa che, dopo, ci offre il senso di tutta quella sofferenza che ci ha spaccato in mille pezzi.
Ciascuno di noi colloca le proprie ferite in un punto preciso, e loro se ne stanno lì creando la loro dimora tra pensieri, ricordi, immagini e sensazioni.
Non sono statiche. Hanno un loro movimento, che ci consente di aprire ai passaggi di senso.
Non serve combattere contro le ferite.
Serve accoglierle. Farle proprie. Amarle e dove possibile, lasciarle andare…
Sono tracce del nostro essere preziosi…..♥️