Prendersi cura di un malato terminale ed essere costantemente testimoni delle sue sofferenze e dei suoi dolori può indurre gli operatori sanitari a sviluppare un disagio psicologico detto “compassion fatigue”, che si manifesta con sintomi d’ansia, depressione, irritabilità ed eccessivo cinismo.

Un’ampia review pubblicata sul numero di marzo della rivista Journal of Health Psychology aiuta a fare chiarezza sulle manifestazioni tipiche di questo disturbo e sulla sua incidenza presso le categorie di medici, infermieri e operatori sanitari impegnati nell’assistenza ai pazienti malati di cancro.

“Se il tuo lavoro di tutti i giorni consiste nell’assistere dei pazienti i quali, malgrado il tuo costante impegno, non riusciranno a sopravvivere, è molto probabile che ciò ti porti a sviluppare una sorta di scoraggiamento e a dire: ‘non c’è niente che io possa fare di più’”, dichiara la dottoressa Caroline Carney Doebbeling, dell’Indiana University School of Medicine, responsabile dello studio.

La compassion fatigue è un disagio molto difficile da diagnosticare, sostiene la dottoressa, in quanto i suoi sintomi si confondono con quelli di una sindrome da burnout, di un disturbo post-traumatico da stress o di uno stress traumatico secondario. Solitamente colpisce maggiormente i soggetti più scrupolosi e perfezionisti sul proprio lavoro, sostiene la dottoressa Doebbeling, quelli che hanno maggiormente a cuore la sorte dei propri pazienti e che reagiscono al loro eventuale exitus con rabbia e manifestazioni tipiche di un disturbo depressivo.

Per contrastare l’insorgenza di questo disagio psicologico, i sistemi sanitari dovrebbero organizzare training e incontri con gli operatori sanitari che si occupano di assistenza ai malati terminali, per insegnare loro come rapportarsi ai pazienti e alla loro malattia, invitandoli a mantenere una buona comunicazione con i colleghi di lavoro, gli amici e i familiari, per esternare meglio i loro sentimenti e mantenere una buon benessere psicologico.

Fonte: pensiero.it

Najjar N, et al. Compassion fatigue: a review of the research to date and relevance to cancer-care providers. J Health Psychol 2009; 14: 267-277.