Psicologa Bologna – Psicoterapeuta Bologna
Random header image... Refresh for more!

Disagio Psicologico: colloqui individuali e di coppia


Quando ci si rivolge a chiedere aiuto e sostegno ad uno psicologo, la scelta è dettata da uno stato di sofferenza che può derivare da varie problematiche, tra cui ad esempio la constatazione graduale della propria difficoltà a costruire relazioni stabili; un crescente stato di isolamento; la sfiducia in se stessi, oppure di un bisogno nato improvvisamente in particolari circostanze di vita come la rottura di una relazione affettiva, un lutto improvviso, un insuccesso lavorativo, un cambiamento che modifica la propria vita.

Consultare uno psicologo significa cercare di dare un significato alla propria sofferenza, sapendo che per uscire dallo stato di dolore è necessaria un po’ di pazienza e tanta determinazione per sciogliere i nodi fondamentali del proprio malessere.

Alcune delle problematiche che vengono affrontate a livello individuale o di coppia sono:

  • Ansia: che riguarda specifiche situazioni di vita, o specifici ambiti della propria vita; che pervade ogni momento della propria giornata; che limita la propria vita e la libertà di movimento; paura specifica verso una particolare situazione;
  • Depressione e stati depressivi: tristezza profonda; senso di vuoto; senso di inutilità; fatica nell’affrontare la vita di tutti i giorni; sintomi fisici come mancanza di appetito, insonnia, stanchezza, spossatezza;
  • Rimuginazioni ossessive o ripetizione ossessiva di atti: pensieri percepiti come intrusivi e incontrollabili che si ripetono e che non si riesce ad allontanare dalla propria mente; dubbi sull’aver o non aver compiuto un determinato gesto come chiudere il gas, la porta etc; ripetizione di gesti che si ha la sensazione di non riuscire ad evitare come lavarsi le mani, accendere e spegnere la luce, etc.
  • Somatizzazioni, Ipocondria, stati di malessere fisico per cui è stata constatata l’assenza di una causa organica alla base;
  • Disturbi dell’alimentazione: anoressia; bulimia; obesità psicogena;
  • Problemi sessuali: mancanza di desiderio sessuale; assenza di piacere; difficoltà di vario tipo durante l’atto sessuale;
  • Difficoltà nelle relazioni sentimentali: timore del coinvolgimento affettivo; difficoltà a creare relazioni sentimentali stabili; difficoltà nella relazione sentimentale attuale;
  • Difficoltà nelle relazioni interpersonali: timore del giudizio altrui; inibizione; rabbia; timore della dipendenza; paura della competizione;
  • Difficoltà con la famiglia di origine: rapporti tesi, difficoltà rispetto al raggiungimento di una propria vita autonoma;
  • Problemi di autostima: insicurezza marcata in uno o più aspetti della vita; non ritenersi all’altezza; non considerarsi di valore; non sentirsi considerati dagli altri;
  • Problematiche "esistenziali": difficoltà a trovare un senso alla propria vita; difficoltà ad individuare un proprio progetto di vita;
  • Infertilità: problematiche emotive relative all’infertilità, impatto psicologico delle terapie mediche, infertilità senza cause organiche e a presumibile carattere psicogeno;
  • Lutti: problematiche emotive rispetto a lutti attuali; difficoltà nell’elaborazione di un lutto passato;
  • Problematiche emotive connesse alle malattie organiche come i tumori o le malattie autoimmuni: problematiche di chi è malato, come: difficoltà relative alle trasformazioni corporee, angosce relative alla condizione di pericolo per la propria vita, difficoltà di comunicazione, insorte in seguito alla malattia, con le persone affettivamente vicine; problematiche psicologiche dei familiari del malato.

Contatta la Dott.ssa Lavinia La Torre